Le risposte di Marika Cassimatis

  1. Quali politiche energetiche, progetti e azioni metterà in campo come Presidente regionale?
    Sfruttare la nuova normativa che consente di avere il 110% di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, applicandola a scuole ed altri edifici pubblici, con particolare riguardo all'installazione di fotovoltaico. Esiste il problema degli allevamenti intensivi, che ormai tutti sanno essere correlati all'inquinamento ambientale. Quindi incentivare in qualche modo le produzioni alimentari vegane, le strutture ricettive che offrono menù veg ed aumentare a 2 giorni alla settimana i menù vegetariani o vegani nelle mense scolastiche e universitarie.
    Relativamente alla mitigazione degli elementi inquinanti nella nostra regione è necessario aumentare l’utilizzo delle line ferroviarie sia per la mobilità regionale che turistica: per questo è indispensabile terminare il raddoppio della Linea della Riviera di Ponente. Promuovere incentivi economici e lo snellimento burocratico per l’installazione degli impianti fotovoltaici in area urbana.
  2. Quanti container, quante merci e quante persone, tra crociere e navi passeggeri, possono movimentare i nostri porti e come rendere la coesistenza coi cittadini residenti salubre e non impattante?
    Riguardo alla movimentazione dei passeggeri di crociere e traghetti, realizzazione dell'elettrificazione delle banchine.
    Riguardo la movimentazione delle merci: stop alla realizzazione della nuova diga, ammodernamento e messa in sicurezza del terminal rinfuse, chiusura delle attività fortemente impattanti nell'area delle riparazioni navali e realizzazione dell'ultimo miglio della linea ferroviaria verso il Porto.
    Promuovere il trasporto marittimo lungo la costa ligure, sia per merci che per passeggeri, utilizzando traghetti a propulsione elettrica sul modello norvegese (traghetto Ampere di fabbricazione italiana e similari)

  3. Quale approccio proporrà per la tutela di queste aree e come riterrà di impegnarsi per favorire la creazione del Parco Nazionale di Portofino, del Parco interregionale nazionale di Monte Marcello Magra-Vara, del Parco regionale del finalese
    Creazione di una rete di Parchi Naturali e Marini che formino un pacchetto turistico specifico per il turismo ambientale utile per dare qualità e risorse al nostro territorio. Rendere più stringenti i vincoli ed i divieti di edificabilità nelle aree protette.

  4. Qual è il suo pensiero sulla prospettiva Modello Genova?
    Il Modello Genova è figlio di un’emergenza e tale deve rimanere; non può e non deve diventare una prassi consolidata nelle attività di costruzione o ricostruzioni edilizie. Non è solo un tema ambientale ma come sappiamo bene è un tema che sfocia nella trasparenza e nelle collusioni talvolta mafiose che possono interferire quando si lasciano i processi decisionali privi di controlli. Lo snellimento della burocrazia non può prescindere da procedimenti trasparenti.

  5. Qual è la sua strategia per incentivare il recupero delle aree dismesse in un'ottica di riduzione del consumo di suolo? 
    Incentivare ricostruzioni con materiali e logiche energetiche moderne e di minimo impatto ambientale; ricostruire a parità di volume; prevedere incentivi a incubatori di StartUp sia nel gettito fiscale regionale che a livello di sostegno nel percorso della richiesta di finanziamenti Europei ( ns punto 10 del programma). 

  6. Ritiene più utile aumentare gli investimenti diretti sulla sanità pubblica oppure offrire finanziamenti/bandi regionali per favorire lo sviluppo di centri privati?
    Essenziale finanziare la Sanità Pubblica attraverso ammodernamenti e processi di accesso che snelliscano le procedure e diventino veramente competitivi con il privato. Sanità pubblica e diffusa sul territorio, sviluppo della telemedicina per favorire la prevenzione e la cura domiciliare.
  7. Quali proposte concrete e di immediata fattibilità metterà in campo per concretizzarle in tutta la regione?
    Sviluppo delle reti di trasporto ciclabile, con servizi annessi, per quanto possibile in corsie protette e uso esclusivo.

 

 

Marika Cassimatis è candidata Presidente per la lista Base Costituzionale.