Nella nostra regione vi sono buone pratiche, sviluppate da enti locali, piccoli e medi imprenditori e grande distribuzione organizzata che andrebbero declinate sui territori piĆ¹ arretrati, mettendo le popolazioni locali residenti ed i turisti in condizione di poter differenziare con efficacia materiali che continuerebbero ad avere un alto valore.

Santo Grammatico presidente Legambiente Liguria